mercoledì 26 settembre 2007

Il Cinema in TV

Ieri sera è andato in onda "La meccanica dell'arancia", uno speciale che precedeva la messa in onda del film Arancia Meccanica. Lo speciale secondo me è riuscito a metà con interessanti filmati che io non avevo mai visto (come l'intervista ad Anthony Burgess) e interviste intelligenti (vedi quella ad Achille Bonito Oliva).
Quello di cui vorrei parlare però non è lo speciale in sè ma il tentativo di parlare di cinema in prima serata. Certo in questo caso si parla di un film che non può andare in onda prima delle 22.30, e di una serata evento (come molti amano definirla) che aveva bisogno di riempire un buco e tirare un po' sullo share. Ma secondo me il tutto può essere visto (con un po' di ottimismo) come un tentativo di approfondimento sul cinema.
Le domande che ho in testa sono: perché non si parla più di cinema in televisione, se non a fini promozionali? Perché non riescono a confezionare prime serate o vere seconde serate che approfondiscano il cinema?
Gli unici tentativi sono similari a quelli di ieri sera, che cercano di spiegare film controversi, cercano di preparare il pubblico e in un certo senso permettono alla rete di mettere le mani avanti. Guarda caso è successo anche con un altro film di Kubrick, Eyes Wide Shut, mandato in onda due volte con avvertenze, dibattiti e quant'altro. Questo forse conferma quanto la genialità di questo autore e il suo modo di trattare alcune tematiche siano poco digerite da tutti. Ma di sicuro dimostra come la televisione non sappia più parlare al pubblico, di come non sappia fare un reale approfondimento. In questo caso parlo di cinema ma basta fare un po' di zapping per vedere che è valido un po' per tutto.

2 commenti:

Francesca ha detto...

bhè, credo che con sky e digitale terrestre l'interesse a fare delle trasmissioni interessanti "a gratisse" non convenga a nessuno purtroppo!
forse può essere una risposta! e poi vuoi mettere "il treno dei desideri"?? o "c'è posta per te?"!!
hihi
baci

David ha detto...

Hai ragione, infatti è quello che penso anche io, anche se poi anche su Sky l'approfondimento sul cinema è raro e quando c'è è di scarsa qualità. :)